Ultima modifica: 4 Giugno 2019
ISTITUTO COMPRENSIVO "CENTRO 1" > Attività e Progetti Scuola Secondaria Primo Grado > PREMIO REGINA VIARUM A TRE ALUNNE DELLA VIRGILIO

PREMIO REGINA VIARUM A TRE ALUNNE DELLA VIRGILIO

image_pdfimage_print

“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi
vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi
vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare.” Questa frase fa parte di un sermone pronunziato dal pastore Martin Niemoller per
smuovere il popolo tedesco contro le politiche naziste.
Oggi, nel settantacinquesimo anniversario dell’abolizione delle leggi razziali –
avvenuta nel gennaio del 1944 con i regi decreti-legge n. 25 e 26 del 20 gennaio
1944, emanati durante il cosiddetto “Regno del Sud” quando il governo della
Nazione e il Re si erano trasferiti a Brindisi – secondo te esiste ancora in Italia un
problema di discriminazione delle minoranze sotto l’aspetto del credo religioso,
dell’orientamento sessuale, della libertà di pensiero e della razza? Se sì, quali pensi
possano essere le soluzioni?”
È la traccia con la quale si sono cimentati i candidati al PREMIO REGINA VIARUM, concorso di borse di studio rivolte agli studenti delle terze classi di scuola secondaria di primo grado, bandito nella città di Brindisi, per il terzo anno consecutivo, dall’associazione “R.L. Regina Viarum”, con il patrocinio del Collegio dei M.M. V.V.
della Puglia del Grande Oriente.
Sabato 1 giugno, a Brindisi, nella Sala Università di Palazzo Granafei Nervegna in via Duomo, nell’ambito di un convegno pubblico dal titolo “Brindisi, capitale della tolleranza, dell’accoglienza e dell’integrazione” la giuria ha proclamato vincitrici Elisabetta GIANCANE, Greta LAFUENTI e Gaia OLIMPIO, alunne della 3°B della nostra
Scuola, a ciascuna delle quali è stata assegnata una borsa di studio del valore complessivo di 600 euro per l’acquisto di libri e materiale didattico.
Alle nostre ragazze i complimenti dell’intera Comunità Scolastica e l’augurio che questa esperienza rafforzi in loro la convinzione che l’impegno e l’approfondimento sono l’unica strada per raggiungere ogni obiettivo e per maturare un sano spirito critico, bussola indispensabile nel viaggio difficile e meraviglioso che ciascuna di loro ha intrapreso nel mare della vita.

Allegati

Condividi su...